Finiture

 
Finitura esterna
ICF_REXwall_08-01I pannelli ICF REXwall possono essere finiti esternamente in svariati modi. In ogni caso, la prima operazione che deve essere effettuata, è quella di liberare (con l’uso di un frattazzo) la superficie del pannello dall’eventuale strato di materiale ossidato (polverina gialla superficiale) dovuto all’esposizione del polistirene ai raggi solari. La speciale conformazione a “nido d’ape” garantisce un perfetto aggrappaggio dell’intonaco o di qualsiasi altra finitura applicata sopra il polistirene, per esempio “finti mattoni” o pietre, preventivamente trattati con un aggrappante. Le speciali scanalature presenti sul pannello servono a migliorare l’aderenza del collante. Si consiglia di utilizzare spessori di collante tali da poter coprire completamente queste scanalature e la conformazione a “nido d’ape”. Le speciali guide multi sezione sono provviste di una parte piana affogata nel polistirene che garantisce il fissaggio di qualsiasi supporto per l’applicazione di pietre o marmo di vario genere. Nel caso di applicazioni pesanti si consiglia il fissaggio di alcuni supporti direttamente al calcestruzzo.

Finitura interna
ICF_REXwall_08-02I pannelli ICF REXwall sono adatti ad essere finiti in svariati modi. Solitamente si consiglia l’installazione di lastre in gesso rivestito, fissate in adesione ai pannelli. Le speciali guide multi sezione sono provviste di una parte piana affogata nel polistirene che garantisce il fissaggio delle viti per cartongesso. Queste guide sono facilmente rintracciabili nel disegno del pannello e sono posizionate ad una profondità di circa 2 cm. La semplice applicazione delle lastre equipara il costo della lavorazione a quello dell’utilizzo di un normale intonaco. Le condizioni ambientali interne consentono di applicare (grazie alla speciale conformazione a “nido d’ape” sulle facce esterne dei pannelli) intonaci tradizionali premiscelati a base gesso-calce o di intonaci tipo “cappotto”, previa stesura di un normale aggrappante. E’ possibile anche applicare qualsivoglia altra finitura sopra il polistirene come ad esempio piastrelle o “finti mattoni”/pietre incollati con appositi adesivi senza solventi.